Teatro, opera e libri

Sulle tracce dell'eredità culturale Russa

La nostra nazione ha avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo della cultura mondiale. Con un viaggio in Russia, avrete la possibilità di conoscere l'ereditá del nostro genio artistico nazionale.

A teatro

Se avete intenzione di conoscere il teatro Russo, sicuramente dovrete iniziare da San Pietroburgo. Qui c'è la sua culla. E mentre aspettate l'inizio dello spettacolo, affrettatevi al Prospetto Nevskii, e usate il vostro tempo per un'escursione storica.

Il teatro Russo ha le sue radici nel 1644, grazie allo zar Mixail Fedorovich, che pianificando il matrimonio di sua figlia, nel XX secolo ha catturato e menti dell’Occidente. L'antreprise del balletto di Diagileva, passato alla storia con il nome di “Stagioni Russe”, ha iniziato la sua espansione da Parigi e si è poi diffuso in mezza Europa, lasciando un'eredita indelebile nella cultura mondiale.

I ballerini inglesi, sceglievano pseudonimi russi, la madre della Regina d'Inghilterra Elisabetta II si è sposata in un “vestito che riproduce le tradizioni folcloristiche russe”. La cultura Russa è stata rinomata come non mai .

Le 'Stagioni Russe', di Diagileva ha lasciato un'eredita indelebile nella cultura mondiale. I ballerini inglesi, sceglievano pseudonimi russi, la madre della Regina d'Inghilterra Elisabetta II si è sposata in un 'vestito che riproduce le tradizioni folcloristiche russe'.

Ma l'esperimento di Mikhail Fedorovich è durato esattamente un mese: Gli artisti di Strasburgo sono stati allontanati dal Paese. Il secondo tentativo lo ha fatto trent'anni dopo Aleksey Mixailovich, anche questa volta senza grandi risultati. Quattro anni dopo lo zar è morto, e con lui anche il teatro.

Non sarebbe continuato senza la determinazione di Elisabeta Petrovna. I divieti degli zar realizzano miracoli e ancor oggi dopo 260 anni a San Pietroburgo esiste il teatro Aleksandrinskii (per dover di cronaca, questo nome gli è stato assegnato, solo dopo averne cambiati molti), che si nasconde timidamente dietro il monumento di Ekaterina II sul Prospetto Nievskii.

Come succede spesso nella cultura russa, nei primi anni della sua vita Aleksandriskii seguiva la linea Europea, ma con il passar del tempo ha acquisito potenza e ha creato una sua nuova scuola russa di teatro drammatico. L’Alexandrinskii era famoso per le produzioni di Gogol, Ostrovsky e Chekhov, e fu diretto da maestri come Vsevolod Meyerhold e Georgy Tovstonogov in varie epoche.

Continuiamo il percorso lungo il Prospetto, in direzione Neva e parliamo un pó di musica.

L'Opera Russa è nata, manco a farlo apposta, dagli italiani: Il loro gruppo occupava un padiglione sul sito dell’attuale Alessandriskji. La quantitá di spettatori continuava a crescere, lo spazio cominciava a non bastare e proprio in quel momento arrivó Napoleone e gli imperatori si distrairono dal teatro. E mentre i monarchi risolovevano le importanti questioni istituzionali, un veneziano di nome Catrino Cavas (ancora non si è capito come era arrivato in Russia) dirigeva l´opera Russa, adattando le opere europee alla nostra scena, e creandone di nuove, aggiungendo gradualmente del colorito nazionale. È sulla base della tradizione musicale da lui creata che è nata l'opera Russa. Il posto migliore per ascoltarla è il Teatro Mixailovskii, al quale sicuramente sarete giá arrivati. Si nasconde al lato del Prospetto Nevskii, sulla riva del canale Griboedov.

Pochi anni fa la frase “è meglio vedere il balleto a Vladivostok” sarebbe suonata ironica. Ma oggi, veramente per vedere un buon balletto ci si puó recare a Vladivostok, sulle tracce del Marinskji che si è trasferito qui l'anno scorso. Il 1 Gennaio del 2016 il teatro dell'Opera Primorskii è diventato una filiale del Marinskji, uno dei piú importanti teatri musicali del mondo. Di conseguenza sono apparsi anche solisti, la filiale dell'Accademia del balletto Russo e manco a dirlo le migliori produzioni sono classiche, eseguite in "grande stile", opere raramente eseguite, nonché autori originali.

Per vedere un buon balletto ci si puó recare a Vladivostok, sulle tracce del Mariinskji, che si è trasferito qui l'anno scorso.

Al museo

Perchè sono buoni i musei: Quadri e sculture sono comprensibili a tutti, senza bisogno di essere tradotti in altre lingue. Sopratutto qui in Russia c'è molto con cui stupirsi. All' Hermitage di San Pietroburgo si conservano le piú ricche collezioni di opere di Maestri Europei (inclusi lavori di Leonardo da Vinci, Rembrandt, Rubens e Tiziano). La capitale Mosca non è da meno a livello culturale. Il Museo Pushkin è particolarmente conosciuto per la collezione di tele del XX secolo. Qui si possono apprezzare Monet, Renuar, Dega, Cezanne, Picasso e Van Gogh.

Insomma, si puó chiamare museo non solo un palazzo, ma l'intera cittá. Se volete conoscere la vera essenza della Russia Antica, dirigetevi a Suzdal. Qui potete naturalmente visitare il Monastero di Sant’Eutimio del XIV secolo o toccare il mulio a vento del XVIII secolo, ma il consiglio è di camminare per le strade.

Questo villaggio di provincia conserva un fascino provinciale di secoli passati. Qui ogni casa non è solo un semplice indrizzo, ma una parte organica di un grande complesso architettonico. Qui ogni passante percepisce la connessione dei tempi non attraverso gli artefatti vetrati, ma letteralmente dalle suole delle scarpe, scendendo lungo le pareti di legno, i cespugli ai lati della strada e le chiese infinite.

Continuando l'escursione storica, dirigetevi a Samara, nella regione dei musei d'arte. Tanto per cominciare, a livello di interiori non ha nulla da invidiare all'Hermitage, mantenendo accuratamente lo stile di palazzo. Al di là dei lavori si Aivazov e Savras, il Museo di Samara vanta un´incredibile collezione dell'avanguardia Russa e di arte moderna, attentamente costituita dal suo direttore Annett Bass. In questo museo potete ammirare pezzi che oggi valgono millioni nelle aste mondiali.

Per quanto riguarda la storia piú recente, sembrerebbe che ancora non sia stato ben definito cosa esporre. E per chi non è molto forte in arte moderna, esistono esposizioni piú comprensibili. Ad esempio, la nave-museo sottomarino Б-413, all'entrata del Museo Mondiale dell'Oceano a Kaliningrad.

Qui è tutto esposto in maniera chiara, tutto puó essere toccato ed è possibile effettuare un attacco Torpedo o evitare un incidente nello scompartimento. Niente di reale, ma alla fine cosa importa se abbiamo a disposizione un'intera nave sottomarina!

Dopo questo intenso programma, è arrivato il momento di distrarsi dal passato e dedicarsi all'infinito. Inserite nella lista del patrimonio mondiale dell'umanitá dell'UNESCO, abbiamo le isole Valaam, Solovki e Kizhi, famose in tutto il mondo per la loro magnifica natura e per monumenti architettonici unici. Meglio cominciare da Kizhi, un museo a cielo aperto, nel quale territorio sono racchiusi i monumenti del’architettura Russa, a partire dal XVI secolo. Ma il piú impressionante è sicuramente la Chiesa della Transfigurazione del 1714. Cosparsa di cupole, ricorda più un ricamo di pizzo che una costruzione di 37 metri. Vicino troviamo una chiesa in legno piú piccola “Zimnii”, riscaldata, costruita 50 anni piú tardi, ma per niente inferiore in termini di bellezza. Tra le due chiese c'e' un campanile, che sovrasta questo magnico complesso.

Inserite nella lista del patrimonio mondiale dell'umanitá dell'UNESCO, abbiamo le isole Valaam, Solovki e Kizhi, famose in tutto il mondo per la loro magnifica natura e per monumenti architettonici unici.

Agli scrittori

Con le parole “letteratura Russa” si associano due cognomi: Dostoevskii e Tolstoij. Camminare per i luoghi del primo scrittore è possibile a San Pietroburgo (non vi scordate di dare un'occhiata a Rasskolnikov), mentre per Lvov Nikolaevich è necessario dirigersi a Yasnuya Polyana. È un casale nella regione di Tula, dove lo scrittore è nato, cresciuto e ha creato le sue opere, in parte “Guerra e Pace” e “Anna Karenina”. L’ ha costruito suo nonno Tolstoij N.S, prototipo del vecchio Bolonski da Guerra e Pace. In altre parole, un posto letterario. Yasnaya Polyana puó sorprendere non solo per la riconstruzione della casa dello scrittore, la sua biblioteca e gli oggetti personali, ma per la sua vita culturale: qui sono organizzati seminari, letture, lezioni e concerti ed esiste persino un premio di letteratura indipendente.

Ma se gli stranieri conoscono per lo piú Dostoevskij e Tolstoji, i Russi considerano Pushkin il loro scrittore principale. Venendo in Russia, non perdete l'opportunitá di scoprire di piú su di lui. Il suo luogo di nascita Mixailovskoe si trova vicino a Pskov ed è conosciuto in Russia da qualsiasi scolaro. In realtá il museo Mixailovskoe ha riunito in sè tre diversi villaggi. Il primo, Trigorskoe, dove vivevano gli amici del poeta Osipovi/Wulf (le loro figlie maggiori si ritenevano essere il prototipo delle eroine del romanzo Evgenii Onengin). La seconda, Petrovskoe, dove ci si puó immergere nella vita di villaggio del XIX secolo. E la terza è proprio Mixailovskoe, dove il poeta ha trascorso due anni, alla ricerca di un nuovo stile che ha inaspettatamente introdotto il realismo nella letteratura Russa.

Articoli

L'Anello D'Oro Russo: Il fascino delle città antiche

L'anello d'Oro è un rinomato percorso che attraversa le più antiche città Russe. Proprio in questi luoghi è iniziata la storia Russa.

Le strade dei Varangiani

Viaggiando nella periferia di San Pietroburgo e Veliky Novgorod, avete la possibilità di trasportarvi nel passato ed immergervi nella storia della tribù più misteriosa del Russia antica.

Ci sono stato! I 10 migliori possi in Russi per un selfi da urlo.

Gli artefatti monumentali dell'epoca sovietica, il lusso dell'architettura dei tempi dell'Impero Russo, i contrasti della vita post-sovietica ... Giá solo il fatto di essere qui, ti farà sicuramente guadagnare un centinaio di mi piace. Basta solo conoscere i luoghi adatti.

Moscow and Saint Petersburg, the Two Capital Cities of Russia都

Ogni anno decine di milioni di turisti visitano la Russia. Queste due città, situate nella parte europea del Paese, tacitamente competono per il titolo di capitale della Russia.

L'Anello D'Oro Russo: Il fascino delle città antiche

L'anello d'Oro è un rinomato percorso che attraversa le più antiche città Russe. Proprio in questi luoghi è iniziata la storia Russa.

Le strade dei Varangiani

Viaggiando nella periferia di San Pietroburgo e Veliky Novgorod, avete la possibilità di trasportarvi nel passato ed immergervi nella storia della tribù più misteriosa del Russia antica.

Ci sono stato! I 10 migliori possi in Russi per un selfi da urlo.

Gli artefatti monumentali dell'epoca sovietica, il lusso dell'architettura dei tempi dell'Impero Russo, i contrasti della vita post-sovietica ... Giá solo il fatto di essere qui, ti farà sicuramente guadagnare un centinaio di mi piace. Basta solo conoscere i luoghi adatti.

Moscow and Saint Petersburg, the Two Capital Cities of Russia都

Ogni anno decine di milioni di turisti visitano la Russia. Queste due città, situate nella parte europea del Paese, tacitamente competono per il titolo di capitale della Russia.

Russia.Travel

Visita la Russia!