La cucina russa non tradizionale

Molti ritengono che la cucina russa comprenda solo vodka, bliny, caviale e torte, pelmeny e borsh

Molti ritengono che la cucina russa comprenda solo vodka, bliny, caviale e torte, pelmeny e zuppa borsh. Tutti cibi grassi, calorici, e sopratutto tutti stereotipi. L'opinione non è infondata, ma cercheremo comunque di rompere gli stereotipi e mostrare un'altra faccia della cucina russa, quella non tradizionale, ma allo stesso tempo buona e salutare.

Di mattina

Iniziamo proprio dalla colazione. Per quelli che adesso si aspettano un racconto su una colazione insipida, noiosa e dietetica, state tranquilli, non è cosi: berremo persino degli alcolici. Ma tutto per il bene della nostra salute!

E dunque, la colazione. Il piatto principale è la "kasha". Come in molti altri Paesi, la kasha più popolare in Russia è quella di avena. Nell'antichità in Russia erano molto amate le kashe di miglio, d'orzo o di grano saraceno (di quest'ultimo parleremo in seguito). Le mangiano ancora oggi, insieme al latte o alla panna. Le kashe non sono soltanto semplici da preparare, ma sono anche molto utili per l'organismo, infatti questi cereali sono ricchi di proteine, di sali minerali e contengono ferro. Per rendere la colazione più interessante alla kasha possiamo aggiungere degli arachidi o della frutta secca.

Un'ottima aggiunta alla colazione sono i prodotti a base di latte fermentato. Per esempio il latte cagliato, lo yogurt, la panna acida o il formaggio tvorog. Questi prodotti rafforzano le difese immunitarie, fanno bene alla pelle e alle mucose, regolarizzano la digestione e contengono calcio.

E per pranzo?

In Russia di solito si pranza all'una, alle due, alle tre. Di norma, questo è il pasto principale e il più abbondante della giornata. E il piatto più importante del pranzo per i Russi è la zuppa. Ma questo non significa che si tratti per forza della nota borsh. Sono poche le cucine del mondo che possono vantare una tale varietà di zuppe e minestre presenti nella cucina russa: la "shi" (fatta con carne e cavolo), la zuppa "soljanka" (diversi tipi di carne e verdure cotte insieme nella stessa pentola), la "ucha" (una zuppa di pesce), la zuppa "rassolnik" (fatta con carne, cetrioli sottaceto e orzo perlato), la "botvinja" (una zuppa fredda fatta con erbe essiccate bollite e kvas), e infine la "okroshka" (un'altra zuppa fredda fatta con il kvas). Queste zuppe sono molto nutrienti e riscaldano in inverno, mentre quelle fredde come la zuppa okroshka danno un effetto rinfrescante quando fa caldo.

Ci sono delle varietà di zuppe calde che i medici raccomandano in caso di influenza, sopratutto se ci si aggiunge il sedano, lo zenzero e l'aglio. Si ritiene infatti che, a differenza della brasatura o della cottura nel forno, il far cuocere verdure e carne con il metodo della bollitura nella zuppa permette di conservare più sostanze nutritive. La maggior parte delle zuppe viene di solito servita insieme alla panna acida (ovvero la smetana) e a verdure finemente tritate, che vengono aggiunte alla zuppa all'ultimo momento prima di mangiarla.

Sulla tavola russa accanto alla zuppa non può mancare il pane di segale lievitato. Oggi in Russia questo tipo di pane viene chiamato nero (proprio per distinguerlo da quello bianco, di frumento), ma in passato lo chiamavano semplicemente pane, dal momento che non c'era altra alternativa in Russia (la farina di frumento veniva infatti utilizzata solo per i dolci). Il pane di segale è ricco di proteine, calcio, fosforo e ferro. Esso è molto più sano del pane di frumento e, a differenza del pane bianco, non fa ingrassare.

Insieme ad una bella zuppa calda non è peccato bere un bicchierino, o anche due, come direbbe qualsiasi russo. Ma dato che abbiamo deciso di parlarvi di cucina russa non tradizionale, non berremo vodka ma liquori. I migliori, di solito, sono quelli fatti in casa, ma è possibile trovare anche dei liquori prodotti nelle fabbriche. Un vero prodotto esotico, proveniente dai confini orientali della Russia è il famoso liquore di aralia, prodotto nel territorio di Khabarovsk. Questo viene servito in tutti i ristoranti della parte orientale della Russia, da Chabarovsk fino a Petropavlovsk-Kamčatskij, mentre spesso viene comprato come souvenir. Coloro che avranno la fortuna di essere ospitati da abitanti del posto potranno provare il liquore di aralia fatto in casa.

Insieme ad una bella zuppa calda non è peccato bere un bicchierino, o anche due, come direbbe qualsiasi russo. Ma dato che parliamo di cucina russa non tradizionale, non berremo vodka ma liquori.

Alla base di questo liquore forte, vicino ai 40°, c'è un balsamo prodotto dalle piante selvatiche della taiga nell'Estremo Oriente della Russia. Le radici di aralia, da qui questo liquore prende nome, unendosi alla citronella e all'eleuterococco, non solo creano una bevanda dal gusto unico, ma sono anche tonificanti, danno vivacità all'organismo, e rafforzano e stimolano le nostre difese immunitarie. Inoltre il liquore/sciroppo di aralia lo consigliano alle persone che soffrono di pressione bassa. Dicono che aiuti a stabilizzare lo stato di salute in caso di improvvisi cambiamenti del tempo, e questo proprio ciò di cui si ha bisogno quando si vola attraverso la Russia da una zona climatica all'altra.

L' aralia è un albero che cresce nei territori di Primorsky e Khabarovsk, nella regione dell'Amur, nelle foreste e nei pressi dei fiumi. Oltre alle radici, ricche di olii essenziali, sali minerali, vitamine e acidi organici, è possibile usare la corteccia e le foglie di aralia per scopi medicinali. Cosi come le radici, queste abbassano il livello di zuccheri nel sangue e aiutano il metabolismo. Inoltre i preparati a base di aralia hanno un effetto tonificante e riducono il senso di stanchezza.

A completare il pranzo ci sono i sottaceti, amati in Russia non meno delle zuppe. Ad esempio cavolo e cetrioli sottaceto. A proposito, i sottaceti posso essere considerati degli ottimi snack da mangiare quando si bevono alcolici forti, sopratutto la vodka.

La cena

Così siamo arrivati al pasto serale. La nostra cena sarà composta da pesce d'acqua dolce cotto al forno e grano saraceno. I profondi fiumi russi offrono ai buongustai una ampissima scelta di pesci: orate, pesci gatto, carpe, carassi, coregoni, temoli, persici e dozzine di altre specie. Questo senza contare il pesce di mare, per il quale vale la pena andare sul Mar Nero nel sud e nell'Oceano Pacifico a est.

Secondo la tradizione della cucina russa, il pesce viene cotto interamente, con le scaglie e non eviscerato, ricoperto da molto sale. In questo modo il pesce assume un sapore molto aromatico, delicato e non grasso. Come è noto, il pesce è un prodotto più dietetico rispetto alla carne. Contiene proteine facilmente digeribili, ferro, molto calcio e fosforo.

Al pesce aggiungiamo il contorno più tipico della Russia, ovvero il grano saraceno. Nelle altre cucine questo piatto quasi non esiste. Dicono che il grano saraceno è il cibo del quale gli emigranti russi sentano di più la mancanza, perché nei supermercati e nei ristoranti stranieri difficilmente lo si può trovare. In Russia lo conoscono tutti, fin dall'infanzia. Questo cereale viene mangiano sia da solo, cotto bollito, sia insieme da altri piatti. Particolarmente gustoso è se servito insieme alla panna acida, con funghi e cipolla fritta. Il grano saraceno è una vera manna per i vegetariani: le sue proteine sono simili a quelle di origine animale, quindi questa cerale può diventare un sostituto equivalente alla carne. Ma si digerisce molto più facilmente. Inoltre il grano saraceno riduce il rischio di trombosi e previene lo sviluppo di malattie cardiovascolari.

Raccogliere tutti i piatti non ufficiali della cucina russa in un testo cosi breve è difficile. Dietro le quinte sono rimaste bevande importanti come il kissel e il kvas, piatti a base di ortica e felci, così come i piselli e le lenticchie. Tuttavia, speriamo di essere riusciti a rendere il concetto più importante: Il pasto russo non è solo vodka, piroghì e borsh. Cosi, invece di una sbornia e dei chili di troppo, puoi riportarti dalla Russia come souvenir allegria e idee culinarie originali.

Al pesce aggiungiamo il contorno più tipico della Russia, ovvero il grano saraceno. Nelle altre cucine questo piatto quasi non esiste. Dicono che il grano saraceno è il cibo del quale gli emigranti russi sentano di più la mancanza.

Articoli

"La Collana d'argento della Russia": un fantastico viaggio attraverso la Russia del nord

La "Collana d'argento della Russia" può essere definito un analogo del famoso percorso turistico "Anello d'oro", con l'unica differenza che tutti i suoi punti si trovano nel nord-ovest del Paese.

La Russia e la musica I 10 festival più interessanti dell'estate 2018

La strada, la musica, l'avventura, decine di nuove amicizie e l'estate.

L'Artico russo: il viaggio dei sogni

Il Passaggio a nord-est è la via più breve tra la parte europea della Russia e l'Estremo Oriente.

Vivere la vita con il gusto e con il tatto

Il turismo etnografico, quello degli eventi, e quello artigianale oggi sono molto alla moda, ed è abbastanza comprensibile il perché.

La Russia come centro di arte contemporanea

Gli artisti russi sono conosciuti in tutto il mondo e vengono anche considerati i fondatori dell'arte moderna.

I migliori posti in Russia per una vacanza in compagnia

Per vivere un'esperienza indimenticabile in viaggio attraverso la Russia, è meglio venire qui in grande compagnia.

"La Collana d'argento della Russia": un fantastico viaggio attraverso la Russia del nord

La "Collana d'argento della Russia" può essere definito un analogo del famoso percorso turistico "Anello d'oro", con l'unica differenza che tutti i suoi punti si trovano nel nord-ovest del Paese.

La Russia e la musica I 10 festival più interessanti dell'estate 2018

La strada, la musica, l'avventura, decine di nuove amicizie e l'estate.

L'Artico russo: il viaggio dei sogni

Il Passaggio a nord-est è la via più breve tra la parte europea della Russia e l'Estremo Oriente.

Vivere la vita con il gusto e con il tatto

Il turismo etnografico, quello degli eventi, e quello artigianale oggi sono molto alla moda, ed è abbastanza comprensibile il perché.

La Russia come centro di arte contemporanea

Gli artisti russi sono conosciuti in tutto il mondo e vengono anche considerati i fondatori dell'arte moderna.

I migliori posti in Russia per una vacanza in compagnia

Per vivere un'esperienza indimenticabile in viaggio attraverso la Russia, è meglio venire qui in grande compagnia.

Altri articoli

Russia.Travel

Visita la Russia!