L'Artico russo

Il viaggio dei sogni

Il Passaggio a nord-est è una delle rotte navigabili più lunghe del mondo e allo stesso tempo è anche la rotta marittima più breve tra la parte europea della Russia e l'Estremo Oriente. La sua lunghezza dallo Stretto di Kara alla Baia Providenija è di 5.600 chilometri. Il Passaggio a nord-est passa attraverso i cinque mari dell'Oceano Artico (mare di Barents, di Kara, di Laptev, della Siberia orientale, dei Ciukci) e uno dell'Oceano Pacifico (il mare di Bering). Per diversi secoli molti coraggiosi esploratori hanno cercato questo "corridoio settentrionale", mentre oggi anche dei normali turisti possono fare un viaggio attraverso questa rotta. E' navigabile in entrambe le direzioni, sia da est a ovest che da ovest verso est.

La grande storia dell'Artico

Le ricerche del Passaggio a nord est iniziarono già nel XVI secolo. Per circa cento anni, i navigatori hanno cercato di trovare una rotta navale lungo la quale fosse possibile spostarsi da est a ovest. Decisero persino di fare affidamento sulle informazioni fornite dal popolo di Pomor su questo percorso nel XIII secolo. Ma i tentativi di trovare il "corridoio settentrionale" non ebbero molto successo e alla fine si interruppero per quasi 250 anni.

Le ricerche ripresero poi nella metà del XIX secolo. Nel 1878 il navigatore svedese Eric Nordenskiöld, durante una navigazione, attraversò una parte considerevole del Passaggio, costeggiando Capo Čeljuskin e arrivando fino a Chukotka. Nel 1893 il Capo Čeljuskin venne circumnavigato da Fridtjof Nansen, mentre la terza volta, nel 1901, toccò all'esploratore russo Edward Toll.

Nel 1932 nell'URSS fu istituita la direzione generale della rotta del Passaggio a nord est . Nello stesso anno la rompighiaccio "Sibirjakov", per la prima volta nella storia, attraversò completamente il Passaggio a nord est in 65 giorni. La spedizione fu guidata dall'esploratore polare Otto Schmidt.

Dalla seconda metà del XX secolo attraverso il Passaggio a nord est si iniziò a rifornire tutti gli insediamenti dell'Estremo Nord e dell'Estremo Oriente, mentre nel 1991 la rotta del Passaggio a nord est venne aperta alla navigazione internazionale.

Oggi lungo la rotta del Passaggio a nord est ci sono più di 50 porti. Secondo i dati del 2017, il volume del trasporto merci lungo il Passaggio è stato pari a 10,7 milioni di tonnellate. Stando alle previsioni, entro il 2020 questa cifra crescerà di sei volte, fino a raggiungere i 63,7 milioni di tonnellate l'anno.

Seguendo Barents e Nansen

Le prime spedizioni lungo il Passaggio a nord est sono state percepite come qualcosa di senza precedenti, di eroico... e infatti così è stato. Oggi i turisti hanno l'opportunità di seguire lo stesso percorso fatto dai primi esploratori.

Il viaggio lungo la rotta del Passaggio a nord est, su una nave di ricerca scientifica appositamente attrezzata, dura quasi un mese. Sono previsti anche degli sbarchi sulla riva, in modo che i turisti possano conoscere meglio la natura unica dell'Artico e dei suoi abitanti, osservare i mammiferi marini, gli orsi polari, le renne, le volpi artiche, nonché i gufi polari.

Una parte speciale ed estremamente importante del viaggio è infatti la conoscenza con il modo di vivere, della cultura, delle usanze delle popolazioni indigene del Nord.

I turisti vengono obbligatoriamente accompagnati da una squadra di esperti e da guide qualificate. Il viaggio sarà dunque sicuro e molto interessante.

Le prime spedizioni lungo il Passaggio a nord est sono state percepite come qualcosa di senza precedenti, di eroico... e infatti così è stato. Oggi i turisti hanno l'opportunità di seguire lo stesso percorso fatto dai primi esploratori.

I tour lungo il Passaggio a nord est vanno da ovest verso est e viceversa. Nel primo caso iniziano a Murmansk, nel secondo ad Anadyr.

Partendo da ovest verso est, i viaggiatori potranno osservare proprio all'inizio della spedizione gli animali marini e gli uccelli nel Mare di Barents , il quale prende il nome dal navigatore olandese Willem Barents che esplorò questa regione alla fine del XVI secolo. I turisti effettueranno anche diversi sbarchi sulla Terra di Francesco Giuseppe, un arcipelago costituito da 192 isole e che si trova a soli 10 gradi dal Polo Nord.

Poi la nave passerà attraverso il mare di Kara, uno dei più freddi della Russia. Al confine tra i mari Kara e Laptev c'è l'arcipelago della Terra del Nord; qui i viaggiatori potranno ammirare i suoi abitanti: orsi polari, trichechi e volpi artiche. A proposito, nel mare di Laptev c'è una specie particolare di tricheco che abita solo qui, i membri della spedizione la vedranno sicuramente.

A metà viaggio i turisti raggiungeranno le isole di Novosibirsk, poi arriveranno nel Mar della Siberia orientale e circa un giorno dopo raggiungeranno le Isole Medvež'i. Qui non vive nessuno, anche le spedizioni di ricerca verso queste isole sono rare. Pertanto, gli animali, principalmente orsi bianchi, qui vivono liberamente e a proprio agio; d'altronde il nome delle isole (Isole Medvež'i. in russo significa "Isole degli Orsi") parla da sé.

Di solito durante questi viaggi vengono effettuati diversi sbarchi nelle cittadine settentrionali. Gli abitanti indigeni di questi luoghi raccontano ai turisti la loro vita, gli mostrano i propri costumi e rituali e cucinano loro piatti tradizionali impossibili da trovare sulla terraferma.

Da qui i viaggiatori raggiungeranno anche Capo Dežnëv, il punto più orientale dell'Eurasia da cui è possibile vedere la costa dell'America.

Un altro punto interessante del viaggio lungo la rotta del Passaggio a nord est è il Viale delle Ossa di Balena. Si tratta di un monumento dell'antica cultura eschimese sull'isola di Yttygran, una costruzione fatta con ossa di balene, scavate nel terreno vicino la riva. Il Viale delle balene è considerato parte del patrimonio archeologico internazionale.

Ecco dunque cosa vuol dire fare un viaggio lungo la rotta del Passaggio a nord est: fare conoscenza di una natura unica e di monumenti antichi, fare il bagno nelle terme e approdare sulle isole vicino al Polo Nord, degustare piatti nazionali e esplorare luoghi dove da secoli si trovano navi morte tra i ghiacci. Un viaggio del genere regala delle emozioni che durano per tutta la vita.

Il tour verso est termina ad Anadyr. Beh, per andare verso ovest si fa lo stesso percorso ma al contrario: partendo da Anadyr i viaggiatori si sposteranno a ovest verso Murmansk e vedranno gli stessi posti, solo nell'ordine inverso.

Un viaggio lungo il Passaggio a nord est significa fare conoscenza di una natura unica e di monumenti antichi, fare il bagno nelle terme e approdare sulle isole vicino al Polo Nord, nonché degustare piatti nazionali. Un viaggio del genere regala delle emozioni che durano per tutta la vita.

Non ci dimentichiamo dei dettagli

Di che cosa bisogna tener conto quando si intraprende un viaggio lungo la rotta del Passaggio a nord est? Innanzitutto, il clima rigido. Le navi progettate per tali tour sono confortevoli e sicure ma in realtà di fatto ci saranno diversi sbarchi sulla rive, nonché spostamenti da una nave all'altra. Ciò significa che i vestiti devono essere caldi, impermeabili e antivento. Portatevi piumini e biancheria intima termica, non ve ne pentirete. E non dimenticatevi le cover protettive per la fotocamera o videocamera.

Servirà inoltre un cappello, un berretto di lana che copre necessariamente le orecchie. Le scarpe devono essere resistenti, antiscivolo e anche impermeabili. Meglio portarsi anche degli stivali di gomma e alti: durante alcuni sbarchi sarà necessario entrare in acqua, con una profondità di 25 cm. Altri oggetti utili sono un burro di cacao, una crema nutriente grassa, occhiali da sole, tappi per le orecchie e un piccolo zaino per lo sbarco, meglio se impermeabile. Ci si può portare anche un binocolo. Prima della partenza è necessario ricordare due punti principali: questo viaggio per mare è molto lungo e per di più è un viaggio attraverso l'Artico.

Trovandosi sulla nave ci si può allontanare dallo stile "polare" e tutto si può trasformare in qualcosa di più facile e persino più attraente. Tuttavia qui ha più senso dare la preferenza alla comodità e alla praticità.

Ovviamente, sorge la domanda sul costo di un tour del genere. È chiaro che un viaggio di quattro settimane su un percorso unico, organizzato secondo il principio del "tutto incluso", su una nave dotata di hotel di lusso, in linea di principio non può essere economico. Ma tali avventure ti restano poi per tutta la vita. Quindi, a nostro parere, ne vale la pena.

Articoli

"La Collana d'argento della Russia": un fantastico viaggio attraverso la Russia del nord

La "Collana d'argento della Russia" può essere definito un analogo del famoso percorso turistico "Anello d'oro", con l'unica differenza che tutti i suoi punti si trovano nel nord-ovest del Paese.

La Russia e la musica I 10 festival più interessanti dell'estate 2018

La strada, la musica, l'avventura, decine di nuove amicizie e l'estate.

Vivere la vita con il gusto e con il tatto

Il turismo etnografico, quello degli eventi, e quello artigianale oggi sono molto alla moda, ed è abbastanza comprensibile il perché.

La Russia come centro di arte contemporanea

Gli artisti russi sono conosciuti in tutto il mondo e vengono anche considerati i fondatori dell'arte moderna.

La cucina russa non tradizionale

Molti ritengono che la cucina russa comprenda solo vodka, bliny, caviale e torte, pelmeny e zuppa borsh.

I migliori posti in Russia per una vacanza in compagnia

Per vivere un'esperienza indimenticabile in viaggio attraverso la Russia, è meglio venire qui in grande compagnia.

"La Collana d'argento della Russia": un fantastico viaggio attraverso la Russia del nord

La "Collana d'argento della Russia" può essere definito un analogo del famoso percorso turistico "Anello d'oro", con l'unica differenza che tutti i suoi punti si trovano nel nord-ovest del Paese.

La Russia e la musica I 10 festival più interessanti dell'estate 2018

La strada, la musica, l'avventura, decine di nuove amicizie e l'estate.

Vivere la vita con il gusto e con il tatto

Il turismo etnografico, quello degli eventi, e quello artigianale oggi sono molto alla moda, ed è abbastanza comprensibile il perché.

La Russia come centro di arte contemporanea

Gli artisti russi sono conosciuti in tutto il mondo e vengono anche considerati i fondatori dell'arte moderna.

La cucina russa non tradizionale

Molti ritengono che la cucina russa comprenda solo vodka, bliny, caviale e torte, pelmeny e zuppa borsh.

I migliori posti in Russia per una vacanza in compagnia

Per vivere un'esperienza indimenticabile in viaggio attraverso la Russia, è meglio venire qui in grande compagnia.

Altri articoli

Russia.Travel

Visita la Russia!